MAURIZIO DI VINCENZO

Maurizio Di Vincenzo nasce a Teramo il 7 maggio 1958. Dopo il diploma all'Accademia di Belle Arti (Corso di Pittura), muove i primi passi come professionista nel 1985, realizzando alcune illustrazioni per "L'Eternauta". Nel corso dell'anno successivo collabora a testate come "Tilt", "Boy Comics", "Pupa", "Fichissimo". A partire dal 1987 disegna anche per "Skorpio", "Lanciostory" e "Intrepido".A queste prime esperienze fa seguito la pubblicazione su "Comic Art" di "Udo di Acquascura", serie fantasy scritta da Peppe Ferrandino (1992). Di Vincenzo partecipa quindi all'avventura di "Nero" (con la storia La Chiesa trionfante) e collabora - sempre per la Granata Press - alla serie de "La Bionda", personaggio di Franco Saudelli (1993). Successivamente disegna il n. 0 di "Rivan Ryan" ed entra nello staff di "ESP". Per la serie ideata da Michelangelo La Neve realizza due albi: il n. 4 (Voci lontane) e il n. 13 (Il cavaliere infinito).Attualmente Di Vincenzo è uno dei disegnatori di "Dylan Dog". Per l'Indagatore dell'Incubo ha realizzato tre albi della serie regolare - il n. 139 (Hook l'implacabile), il n. 158 (Nato per uccidere) e il n. 168 (Il fiume dell'oblio) - più una storia del "Dylan Dog Gigante" n. 7 (Il terzo occhio) e il "Dylan Dog Gigante" n. 11 (Horror Cult Movie). Ha contribuito anche a "Magico Vento", inchiostrando le matite di Giuseppe Barbati per il n. 60 della serie (Minuti contati).Di Vincenzo vive a Roma, dove lavora come disegnatore e come docente della Scuola Romana dei Fumetti (della quale, in passato, ha diretto la succursale di Pescara).