GIAN GIACOMO DALMASSO

Gian Giacomo DALMASSO nato a Voghera (PV) nel 1907, Colonnello dell'esercito italiano, morto a Milano. Dopo aver conseguito la maturitā, si arruola volontario nel 1921, all'Accademia Militare di Modena, e diviene Ufficiale dei Bersaglieri. Paracadutista, nel 1943 partecipa alla guerra di Liberazione. Dal 1945 inizia la sua proficua attivitā di autore, con la rivista satirica "Fra Diavolo", diretta da Guido Martina, dove scrive firmandosi con lo pseudonimo di "Asso". Nel 1947, con l'editore Giurleo, crea personaggi come la tarzanide Pantera Bionda (sulla falsariga di Sheen, Queen of the Jungle), Miss Diavolo e Aquila Bianca (ripubblicato in Francia col nome di Gazelle Blanche). Altri suoi personaggi sono Jack il pilota, il Piccolo Centauro, Grim l'esploratore, Piccola Freccia (per l'editore Gianni De Simone), Jim Rumba. Dal 1948 al 1955 č fra gli autori di Piccolo Sceriffo e Nat del Santa Cruz. Per il "Corriere dei Piccoli" scrive il "Tam Tam" (1953) e collabora con Bianconi e la Alpe, per cui scrive i testi della versione umoristica di Davy Crockett. Nel 1958, Dalmasso viene assunto alla Mondadori come redattore di "Topolino", col compito di coordinare le sceneggiature. Vi rimarrā fino al 1972. La sua prima storia disneyana č "Paperino e gli uomini leopardo" (su "Almanacco Topolino" numero 3 del marzo 1959), a cui ne seguiranno alcune decine. Di Dalmasso č il compito di curare la fortunata collana dei "Classici di Walt Disney" (in Germania "Der Lustige Taschenbicher"), di cui scrive i prologhi e le tavole di raccordo fra le storie, giā pubblicate in un primo tempo su "Topolino".